Close

C’era una volta il cross selling…

adhocretail ahr news cross sellingÈ tempo di farci delle domande…
Se il luogo dell’acquisto finale non è più il negozio fisico ma l’online, come si fa a fare il cross selling?

La risposta è ovvia: il cross selling lo fa l’online. Ma quanto è efficace un cross selling senza storyacting© e personalizzazione?

In questo scenario è l’abilità del nostro Store Performer (altrimenti detto, Sales Assistant) a fare la differenza. Deve saper costruire un rapporto di fiducia e di continuità con il cliente, che entra nel negozio prima di acquistare online.

Ma come si fa? È necessario che si attivi il circuito delle endorfine, in modo che il cliente viva una sensazione di rewarding, che lo spinga a tornare da noi per vivere di nuovo un’ esperienza gratificante.

Esistono gesti, parole e comportamenti capaci di attivare tale meccanismo? La risposta è: certo!

Oltre ogni riflessione, va detto, che probabilmente con il trascorrere del tempo, dovremo rassegnarci a rinunciare a qualche buon vecchio KPI, o semplicemente a vederlo trasformarsi.

Per dirla facile: il cross selling potrebbe non chiamarsi più così e diventare un nuovo KPI, che, invece di quantificare la vendita cross, misuri la yet trusting relationship, ovvero acquisto meno, ma più spesso.

E non ditemi che si chiama fidelizzazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 2 =

Site Login




Lost your password?

(close)